La radioestesia non è “magia”, non c’è qualche spirito o entità che fa muovere il pendolo, ma è invece una capacità innata di quasi tutti gli uomini. Essa ci permette di accedere a informazioni che il nostro corpo conosce ma spesso ci comunica solo attraverso sensazioni “di pancia”. Essa non può però nemmeno essere definita una scienza esatta perché è soggetta all’interpretazione e ai rischi dei condizionamenti personali. In ogni caso è uno strumento che ancora oggi, dopo tanti anni di pratica quotidiana, mi lascia piena di stupore e meraviglia per la sua semplicità ed efficacia.
La utilizzo personalmente tutti i giorni per scegliere gli alimenti più adatti a me in quel momento, i prodotti cosmetici migliori, le decisioni giuste da prendere, se sottoscrivere o meno un contratto, se dare fiducia a una persona, e così via. Ultimamente la utilizzo anche per comunicare con mia figlia che è ancora troppo piccola per parlare 😊, ma così riesco a capire (quasi sempre) se ha fame, sete, sonno, ecc. senza impazzire!
Nell’ambito poi della mia attività di Naturopata gli utilizzi sono pressochè infiniti, è una compagna straordinaria per indagare l’origine profonda di un disturbo, valutare la presenza di geopatie dannose, valutare l’efficacia di un rimedio e il corretto dosaggio. Ciò non mi esime certo dal costante studio e approfondimento delle mie conoscenze teoriche, ma esistono circostanze che non mi sono note a livello conscio (perché il cliente non me le ha raccontate) ma che invece il mio profondo (inconscio? Sé superiore? DNA? Campo morfico?) ha percepito, e mi comunica tramite il pendolino o altro strumento.
In realtà col tempo e l’esperienza la sensibilità diventa tale che l’informazione radioestesica arriva al cervello conscio anche senza l’utilizzo di strumenti. Di fatto è l’essere umano l’antenna, gli strumenti sono solo degli amplificatori di segnale.
Ci tengo a precisare che, sebbene sia una tecnica accessibile a quasi tutti gli esseri umani, essa richiede devozione e pratica costante, studio e umiltà. Ci pone infatti di fronte ai nostri blocchi, dubbi, paure e insicurezze, ma al contempo ci permette di superarli e andare oltre.
Certo, è una tecnica misteriosa ma la sua efficacia mi sorprende ogni volta!

One thought on “La radioestesia: magia o scienza?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *